La Stanza delle Torture
Stai leggendo

Manuela Falorni, La Venere Bianca: presente e passato

0
spettacolo

Manuela Falorni, La Venere Bianca: presente e passato

1 manuela falorni 33

L’INTERVISTA
pubblicata sul magazine Paspartu 1 aprile 2014

La incontriamo in una palestra molto conosciuta della Versilia, dove si reca quotidianamente per mantenere una forma che veramente lascia a bocca aperta! Una persona molto autoironica: “Sono stata pornostar. Lo dico subito, tanto lo sanno tutti!”. La nostra chiacchierata spazia nel mondo della femminilità e della sensualità, passando dall’autostima, dalla consapevolezza che le donne hanno di se stesse e del proprio corpo. E poi sì, parliamo anche di lei come personaggio, La Venere Bianca

2 manuela falorni 09

D: Stai organizzando uno “stage di com-portamento”. Come nasce l’idea?
R: Succede che tutte le esperienze che una persona ha accumulato nella vita, a un certo punto le mette come in un frullatore e le utilizza.

D: Di cosa si tratta?
R: Mi piace aiutare le persone a prendere consapevolezza di sé. Ognuno di noi ha dentro di sé un desiderio, che è una parola magica da non confondere con bisogno. Il bisogno ce lo trasmette il consumismo, invece il desiderio è dentro di noi. Poi ci vogliamo anche divertire e tirare fuori il bambino che è in noi.

5 manuela falorni 04

D: Quali sono le tue esperienze passate che ti servono in questo caso?
R: Negli anni Ottanta facevo l’indossatrice e la modella. Aprii un’agenzia per modelle. Ora non potrei farlo più, perché non ne avrei più voglia e perché non ho più i contatti giusti. Però la moda e la femminilità sono ancora mie passioni. Ad esempio trovare i difetti e farli diventare nostri punti di forza è un tema di questo corso, che mi sono inventata e che terrò nella palestra che frequento ogni giorno. Sono stata pornostar. Lo dico, tanto lo sanno tutti! (ride) Sono orgogliosa di esserlo stata, lo sono stata con coscienza. Quando mi chiedono “Cosa fai?”, io rispondo “Sono una ex pornostar”. Non voglio mai che si pensi che lo voglio nascondere, perché nella mia vita ho sempre fatto le cose alla luce del sole.

“Sono stata pornostar. Lo dico subito, tanto lo sanno tutti!”

D: Quindi questo corso che ti sei inventata a cosa servirà?
R: Insegnerò alle donne a prendere consapevolezza di sé. Si parlerà di make up, passerella, look, bon ton, portamento, interpretazione di un abito, ironia burlesque. Quando una persona è molto timida, lo è molto di più davanti a una macchina fotografica. Perciò “violentandola”, mettendola di fronte all’obbiettivo, ritroverà la sua sicurezza. La macchina fotografica è uno strumento per esorcizzare le nostre paure.

D: Cosa intendi per “gestione e cura del corpo”?
R: La cura è cercare, attraverso i mezzi che abbiamo – alimentazione, esercizio fisico, abbigliamento – di esaltare le nostre caratteristiche, di conoscere il proprio corpo, capire i suoi lati positivi ed esaltarli. Pensiamo ad esempio a Maria Callas o Barbra Streisand: avrebbero potuto farsi un bel nasino alla francese, ma non l’hanno fatto. Negli anni Ottanta c’era una modella a cui i fotografi addirittura esaltavano il naso aquilino. I difetti possono diventare caratteristiche su cui puntare. La cosa che conta è avere personalità.

D: La comunicazione ha a che fare con questo tema?
R: Sì. Non didatticamente, ma la sperimenteremo, ognuno sul proprio corpo. Si affronteranno temi come il bon ton, i suggerimenti per il look, come correggere o mettere in risalto i difetti, come gestire la propria immagine, come valorizzarci con il trucco, un taglio di capelli, il portamento, l’abito. La camminata, cioè la postura, è la base dello stage. Si imparerà a camminare con i tacchi, come mettere le mani quando siamo fermi, come interpretare un abito e lo si farà imparando proprio come se fossimo indossatrici, perché bisogna arrivare al massimo per avere poi quello che ci serve.

“I difetti possono diventare caratteristiche su cui puntare. La cosa che conta è avere personalità.”

D: Conosci i trucchi del mestiere…
R: Tutti i trucchi che io so in questo senso, li insegnerò in questo corso. Negli anni Ottanta andavano di moda le sfilate coreografate, che erano veri e propri spettacoli. Grazie a questa esperienza posso insegnare queste cose. E poi grazie anche ai 20 anni di spettacoli erotici che ho fatto. Duravano un’ora e avevano una coreografia in cui tutto era studiato, con un crescendo di erotismo. Capitava di vestirmi da suora, da cameriera, da infermiera, non era la lap dance di oggi. Erano veri e propri spettacoli nei locali, che alternavo ai film hard. In questo corso useremo l’ironia e faremo uno strip ironico, non nudo, perché una donna dovrebbe carezzarsi una gamba con la consapevolezza di una donna, non come si carezza un carciofo!

9 manuela falorni 19

D: Si comunica attraverso il corpo…
R: Il corpo è lo strumento attraverso cui il cervello cammina. Bisogna assomigliare il più possibile a quello che si vuole essere.

D: In tema di agenzie di modelle, ci sono tante truffe…
R: È vero. Però devo dire che quando io andai alla Fashion Model a Milano avevo 19 anni e non avevo soldi per pagarmi il corso, che costava tanto, circa 1 milione e 800mila lire e non me lo potevo permettere. Perciò trovammo una formula giusta: feci il corso e dopo mi scalarono i soldi dai lavori che realizzai per loro. Questo ad esempio è un modo serio di lavorare.

BOTTA & RISPOSTA

Dove e quando sei nata?
A Fucecchio il 20 maggio 1959

Che ricordi hai del posto dove vivevi da bambina?
Ho un ricordo magnifico del mio paese

Che scuole hai frequentato?
Ho frequentato la scuola di Ragioneria negli anni Settanta a San Miniato (Pisa)

Andavi bene a scuola?
Andavo sufficientemente bene, ero una ragazzina molto irrequieta, ma i miei professori mi volevano bene

Da bambina, cosa avresti voluto fare da grande?
Da ragazzina volevo fare l’ostetrica per far nascere i bambini

Prima professione?
Ho terminato gli studi che già lavoravo come modella. Poi, dopo 12 anni di indossatrice, ho fatto per 20 anni l’attrice hard

Professione attuale?
Adesso ho molti interessi, dallo sport alla pittura

Dove vai nel tempo libero?
Non ho tempo libero perché lo occupo con i miei hobby

Hobby?
Pittura e sport, mi occupo della casa e della famiglia…

Sai cucinare?
So cucinare quello che basta per sfamare i miei (ride)

Al tuo ristorante preferito, cosa ordini?
Al ristorante ordinerei tutto! Sono golosa e amo abbuffarmi di ogni cosa!

Quando sei lontana da casa quello che più ti manca di casa tua è…
Lontana da casa mi manca la mia routine, le mie abitudini

Qual e la tua vacanza ideale?
Adoro le beauty farm dove rilassarsi

Se per un giorno potessi scambiare la tua vita con quella di un’altra persona saresti…
Cambierei la mia vita di adesso per un giorno della vita della Venere Bianca negli anni Novanta! Il decennio in assoluto più bello di tutta la mia esistenza!

13 manuela falorni 30
La passione per la pittura

Il tuo sito web preferito?
Non ho siti web preferiti

La suoneria sul tuo cellulare?
Quella classica trovata sul mio iPhone, non sono una patita di queste cose e la tecnologia la uso, ma non ne sono catturata

Cosa guardi in tv?
La tv di adesso la guardo poco, non mi piace, comunque sia mi piacciono i varietà, quelli di una volta sarebbero graditissimi, poi qualche film, il tg…

Cosa ascolti alla radio?
Musica

L’ultimo regalo che ti sei fatta?
Mi piace molto coccolarmi entrando in profumeria e sbizzarrirmi con creme e cremine varie. Questi sono i regali di adesso. Fino a due anni fa amavo acquistare scarpe e abiti. Ho un guardaroba da principessa che adesso sfrutto molto meno, quindi quelli di adesso sono regali di meno valore…

Cosa apprezzi e cosa non ti piace di una donna e di un uomo?
Apprezzo la coerenza, le persone vere, odio la menzogna e i sotterfugi. La sincerità vince sempre, sia per gli uomini che per le donne. Mi piacciono le persone espansive, che sanno dire “ti voglio bene” e sanno pure dimostrarlo. È molto importante dimostrare i sentimenti alle persone care. Sono una donna molto passionale, in tutto, quindi apprezzo molto questa caratteristica anche in chi mi sta vicino

La cosa più folle che hai fatto per amore è…
La cosa più folle che ho fatto per amore??!! Sposare, dopo un mese che lo conoscevo, un pugile, di colore. Non sapevo nulla di lui, ma quando lo vidi per la prima volta, dentro di me pensai che quel ragazzo lo avrei sposato! Ci siamo conosciuti in una trasmissione di Rai Uno, lui era ospite perché aveva appena perso il Mondiale, io ero ospite insieme a uno stilista per indossare i capi della sua collezione. Il pugile era Nino La Rocca. Ci siamo separati dopo 5 anni di matrimonio

16 manuela falorni 33

Politica: destra o sinistra?
Ho sempre avuto un’idea precisa politicamente, fino a poco tempo fa. Adesso… Grande confusione e mi sento molto destabilizzata. Vediamo cosa succede. Sinceramente, in questo momento non saprei cosa rispondere…

Matrimonio o coppia di fatto?
Matrimonio. Con il mio attuale marito Franco Ciani, musicista e compositore, ex marito della cantante Anna Oxa, stiamo insieme da circa 23 anni. Lui è stato il mio manager nell’esperienza hard

Pregio e difetto
Passionalità, sincerità, credo siano le due cose insieme. In certi casi sono forse un po’ egoista, anche un po’ egocentrica. Sono leale, fedele ai veri sentimenti

Una paura e una fobia
Non ho fobie, ho paura invece dell’imprevisto! La vita mi ha insegnato che da un momento all’altro tutto può cambiare e spesso anche in peggio. Mi spaventa la precarietà delle cose, degli affetti della vita stessa. Penso spesso a tutto questo ed è la vera sensazione che, anche e specie nei momenti di grande gioia, può rattristarmi

Ricevi complimenti per…
Ricevo i complimenti più belli sul mio modo di essere e di aver gestito la mia carriera di pornostar, non solo a livello di immagine e di professione in sé, ma anche e soprattutto per aver portato avanti per molti anni una professione così inusuale e difficile da gestire, senza cadere nella volgarità e nello squallore, ma al contrario di essere ancora oggi amata e rispettata, di aver usato non solo il corpo, ma anche e soprattutto intelligenza e cuore!

Ricevi critiche per…
Le critiche che ricevo più spesso sono quelle di mio figlio che brontola per i miei pranzi, secondo lui troppo salutistici

I lettori si sorprenderebbero se…
Se dicessi che sono vergine! Ahahahahah!

Il miglior consiglio ricevuto…
I consigli migliori li ho sempre ricevuti da mia nonna. Oltre lei, la persona che ascolto maggiormente è mio marito Franco. Ma l’ultima analisi delle cose sono sempre io a farla!

“Ho scritto un libro edito da Fandango che ho intitolato ‘E se andassi in Paradiso’. Speriamo… Almeno nel Purgatorio!” (ride)

Il luogo più bello della Versilia
La Versilia è bellissima, la Toscana è una terra piena di poesia. Mi piace tutta! Ogni città, ogni luogo ha una propria caratteristica da amare e apprezzare

15 manuela falorni con raffaella carrà 29
Con Raffaella Carrà

Il sogno
Uno troppo folle che non voglio svelare. Uno più normale, quello di vivere una vecchiaia serena

Dopo la morte
Chissà… Ho scritto un libro edito da Fandango che ho intitolato “E se andassi in Paradiso”. Speriamo… Almeno nel Purgatorio! (ride)

Progetti futuri?
Il progetto più imminente sono le gare di fitness, per le quali mi sto preparando assiduamente insieme al mio allenatore Vittorio Scialdone, a maggio la mia entrata nell’agonismo. Lo faccio per puro divertimento e per continuare a dare un senso alla mia costante ricerca della forma fisica. Mi piace avere sempre degli obiettivi e delle mete da raggiungere. Questa è la mia prossima meta. Se l’esperienza mi avrà soddisfatta, probabilmente avrà un seguito, in caso contrario si aggiungerà alla mia esperienza di vita. Un altro progetto è quello di continuare con il teatro. Ho debuttato a luglio con una compagnia di Pistoia, diretta dal regista Giovanni Fochi, con il quale mi trovo benissimo e per il quale nutro infinito affetto e stima. Quindi presto torneremo sul palco insieme

D: Conosci Paspartu?
R: Certo che lo conosco! Non vedo l’ora di vedere questa intervista!

14 manuela falorni 32

CHI È…
Manuela Falorni nasce a Fucecchio nel 1959. Nel 1979 si diploma in Ragioneria. Eletta Miss Toscana e finalista a Miss Italia, in quell’anno inizia la carriera di modella. Frequenta la scuola per indossatrici presso l’agenzia Fashion Model di Milano e lavora per 12 anni indossando per quasi tutti i più grandi nomi della moda. Sfila in Giappone, Corea, Russia, Messico, Europa. Fonda e gestisce per 8 anni una scuola e agenzia di moda. Nel 1993, per gioco e trasgressione, inizia la sua carriera nel mondo hard. Per 20 anni porta in tutta Italia ed Europa i suoi spettacoli erotici. Con la casa di produzione FMVideo gira molte pellicole hard con grandi budget che le fanno conquistare molti “Oscar” dell’hard nei vari festival del cinema per adulti (Cannes, Praga, Bruxelles, Milano). Scrive due libri, uno dei quali edito da Fandango, è protagonista di vari video musicali (per Zucchero, Mariella Nava, Leandro Barsotti, Edda). È testimonial della prima campagna pubblicitaria dell’Aperol Soda, con il quale guadagna la nomination al Galà della Pubblicità insieme a Vittorio Gassman. Nel 2010 lascia l’hard, nel 2013 debutta in teatro con “Le relazioni pericolose” di De Laclos. Attualmente, tra le altre cose, si occupa di pittura, prediligendo l’olio in bianco e nero, dove esprime la sua visione della femminilità e sensualità.

Sito ufficiale: www.lavenerebianca.eu

Scopri cosa posso fare per te



Se vuoi ricevere le ultime interviste via e-mail – ogni tanto, senza scadenza e senza intasarti la casella di posta! – iscriviti alla Newsletter!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguimi!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: